Si può finalmente godere di una esperienza di realtà virtuale senza spendere somme enormi. Samsung è ufficialmente il primo sul mercato VR con un visore a prezzi accessibili rispetto al suo principale antagonista Oculus Rift.

Samsung Gear VR

Il software VR di Samsung è risultato incredibile, una visione geniale per il nostro futuro. Questo visore è una miscela perfetta di tecnologia avanzata e di esperienza ad un prezzo accettabile. Inoltre, rappresenta un esempio concreto di ciò che è possibile fare oggi e ciò che resta da fare per il futuro.
Ricordiamo che l’Oculus Rift VR è un assaggio stuzzicante di quello che sarà il nostro prossimo futuro, il primo accessibile ad essere commercializzato nelle sue varie versioni non ufficiali in anni di hype.
Samsung avrà un costo di 99 €.
Purtroppo funzionerà solo con i modelli S6 e S7, che come sappiamo hanno una fascia di prezzo intorno ai 700 €. Onestamente è conveniente spendere questa cifra per godere di questa esperienza se non si dispone già di uno smartphone.

Acquisire familiarità con il VR Gear

In primo luogo, è necessario possedere uno smartphone Samsung (linea S6 o S7). In secondo luogo, è necessario assicurarsi che il firmware sia aggiornato. In terzo luogo, è necessario inserire la scheda micro SD da 16 GB. Lo smartphone servirà sia lo schermo che la potenza del visore. Non vi è alcuna “Configurazione” necessaria, è sufficiente collegare il telefono alla parte anteriore del visore.
Una volta che è tutto è collegato, un piccolo suono vi avverte che l’auricolare è pronto per l’uso.

Dopo aver regolato il visore alla testa, passerete al processo di installazione. Fortunatamente è veloce! Una volta fatto, siete pronti.

I sensori sono in grado di rilevare la vostra presenza e caricare il menu principale.
Quindi, si può scegliere di eseguire il tutorial per imparare ad usare il visore o si può scegliere di collegare un controller Bluetooth allo smartphone per rendere l’esperienza più confortevole.
Si impara molto rapidamente che il touchpad non è così semplicemente da utilizzare. Infatti, questo touchpad si trova sul lato destro del casco, e in questa posizione è richiesto all’utente di avere sempre le mani su di esso. Se in un primo momento non ha importanza, dopo dieci minuti di utilizzo, il vostro braccio comincerà a risentire della posizione. Inoltre il pad non è proprio così reattivo e preciso, spesso dovete premere più volte per ottenere il risultato desiderato, che è un enorme difetto nel caso dei videogiochi.

Un mini joystick sarebbe stato più saggio (ma può essere collegato anche se non di serie).

Il VR di Samsung non è un kit di sviluppo e non ha aggiornamenti, calibrature delle telecamere, etc. L’installazione richiede circa 15 minuti (compreso il tempo di download), che è un buon tempo. Si può anche collegare un joystick.
Per la massima immersione, è anche possibile collegare delle cuffie nella porta del telefono lasciata scoperta dal visore come si può vedere nella foto sopra.

La vita in Realtà Virtuale

Come uno smartwatchs, i visori di realtà virtuale non offrono caratteristiche per cui è permesso di utilizzare il telefono durante l’esperienza VR, in particolare, non è possibile rispondere alle chiamate o messaggi SMS o e-mail, mentre si indossa il Gear VR, anche se è ancora possibile vedere le notifiche.

Questo è certamente un assaggio del futuro, dove possiamo mettere il gioco in pausa per prendere una chiamata. Ma sarebbe comunque un peccato dover rispondere a una chiamata mentre si è completamente immersi nella realtà virtuale.
L’impatto di vedere un video da tutti gli angoli moltiplica notevolmente la bellezza delle immagini, questo grazie a un lettore video a 360°. Potete vivere questa esperienza con una demo di un tour dell’Islanda girato da un elicottero, un’esperienza intensa. Si può guardare in tutte le direzioni, ma non fatevi ingannare, l’immagine proposta è certamente sorprendente in background, ma nella forma è obsoleta. In primo luogo, l’immagine è sfocata, e offuscata quando si guarda ai bordi del campo di vista. I pixel dello schermo sono visibili, nonostante la risoluzione sia di 2560 x 1440 px. Ci vorranno risoluzione titaniche, almeno a 8k per correggere questi difetti. Se il concetto di realtà virtuale è a 360°, la scarsa qualità dell’immagine ci riporta come paragonabile alla qualità delle vecchie VHS, che ovviamente sminuisce l’esperienza.

La promessa del turismo virtuale è enorme; la sensazione di spasmo quando si guarda giù da una rupe è davvero straordinaria. Nonostante la debolezza tecnica dell’immagine, si può quasi sentire l’umidità dell’aria, sentire la brezza del vento, come se si stesse volando attraverso le nuvole.

Si tratta di una impressionante esperienza sensoriale, in particolare è coinvolgente il suono. Samsung offre un assaggio di questa esperienza attraverso un video introduttivo quando si accende per la prima volta al Gear VR. Questo video può causare nausea in alcune persone.

Come una console di gioco, nella schermata iniziale vengono visualizzate le applicazioni più recenti: 6 applicazioni sono disposti nel centro dello schermo con i link al negozio sulla sinistra e sulla destra. Non è possibile personalizzare l’interfaccia che comunque è semplice.

Esiste una seconda interfaccia accessibile quando si avvia un’applicazione, un “pulsante” di comando “indietro”. Una volta premuto, si ha accesso a più menu a scorrimento. Questo evita di dover tornare sempre alla schermata iniziale (quando si desidera cambiare le opzioni o accedere alla telecamera).
Ci sono meno di 50 applicazioni e giochi demo da scaricare gratuitamente.

Conclusione

  • E’ un dispositivo promettente;
  • La risoluzione dello schermo è buona, ma non abbastanza per dimenticare che stai indossando un visore e non vedere la sfocatura e i pixel;
  • E’ leggero, e si può indossare per lunghi periodi;
  • Non è molto costoso;
  • Ha una durata notevole, tra le 4 e le 6 ore di utilizzo con uno smartphone al 100%;
  • Il visore è un po’ scomodo, il poco tessuto protettivo diventa rapidamente fastidioso nel lungo periodo;
  • Quando si indossa il Gear VR, non è possibile rispondere alle chiamate o agli SMS, o guardare internet.
Test Samsung Gear VR: VR tramite il tuo smartphone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *