Gli amanti dell’arte affollano le collezioni dei Musei Vaticani e la Galleria Borghese, ma ci sono altre collezioni degne di una visita. Il Palazzo Doria Pamphilj è un museo spesso trascurato nel centro di Roma, appena a nord di Piazza Venezia.

Si tratta di uno dei più grandi palazzi di Roma e ospita una delle più grandi collezioni d’arte private, che unisce la ricchezza delle famiglie Doria, Pamphilj, Aldobrandini e Borghese. Il più potente membro della famiglia fu Giovanni Battista Pamphilj, che divenne Papa Innocenzo X al quale dobbiamo lo splendore delle opere contenute in questo palazzo. Ci sono più di 400 dipinti del 15° e del 18° secolo tra cui le opere di Raffaello, Annibale Carracci, Tiziano, Tintoretto, Caravaggio, Velázquez, Breughel, Guido Reni, e Claude Lorrain. Molte delle camere in appartamento privato hanno i loro arredi originali.

Cosa vedere alla Galleria Doria Pamphilj:

Punta di diamante della collezione: Ritratto di Papa Innocenzo X di Velázquez, considerato il più bel ritratto mai creato. Dopo aver visto il lavoro svolto, papa Innocenzo si dice che abbia gridato: “E ‘troppo vero!”
I busti di Alessandro Algardi: Papa Innocenzo X, suo fratello Benedetto Pamphilj e il busto di Olimpia Maidalchini Pamphilj, la sorella di Papa Innocenzo X (si dice essere stata la sua amante). Molti la consideravano come la donna detentrice del potere del Papa in quanto sua manipolatrice.
La cappella progettata da Carlo Fontana: In questa cappella troviamo un bel crocifisso in avorio puro e i corpi dei martiri St Theodora e San Giustino.
Le due sculture in marmo del Ritratto di Papa Innocenzo X del Bernini: Il primo busto è stato segnato dalla comparsa di un difetto nella pietra, dove culmina la barba.
Centauro (il Vecchio Furietti Centauro): La statua è stata restaurata dopo essere stata rotta in venticinque pezzi dal crollo del tetto sotto il peso di una forte nevicata.
I due Caravaggio: la Maddalena, e il Riposo durante la fuga in Egitto.

La musica è sempre stata una parte importante della famiglia Doria Pamphilj, ci sono frequenti concerti nella Sala del Trono del Palazzo da parte di musicisti che suonano strumenti storici del tempo di Caravaggio, presenti in molti dipinti dell’artista.

Palazzo Doria Pamphilj è aperto tutti i giorni, quando tutti i musei della città sono chiusi il lunedì. Non è necessaria la prenotazione.

  • Palazzo Doria Pamphilj;
  • Via del Corso 305 ;
  • Aperto tutti i giorni 9:00 alle 19:00;
  • Ingresso: 11 € (audioguida inclusa).

Le foto per uso personale sono consentite nella maggior parte delle aree con l’acquisto del Photo Pass (€ 4) presso il bookshop. Flash e treppiedi non sono ammessi.

Il Palazzo Doria Pamphilj

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *